3

Raffaella Vassena

DOSTOEVSKIJ POST-MORTEM

L’eredità dostoevskiana tra editoria, stato e società (1881-1910)

0.0028.00

Svuota
Email
ISBN: N/A, Anno di pubblicazione: 2020 Collana: Tag: , ,

Descrizione

28 gennaio 1881, San Pietroburgo: all’apice della gloria si spegne Fedor Dostoevskij, pianto dall’intera città e acclamato come un profeta. Poco più di un mese dopo, il 1 marzo, una bomba dei terroristi dilania e uccide lo zar riformatore Alessandro II. In questa Russia lacerata, “in bilico sull’abisso,” l’opera dostoevskiana si carica di un significato non solo letterario, ma anche sociale, religioso e politico, trasformandosi in un ulteriore motivo di contesa tra lo stato e la società russa. Nel presente volume si indaga il ruolo che in questa contesa ebbe l’editoria, nella persona di Anna (Snitkina) Dostoevskaja, vedova dello scrittore, titolare dei diritti sull’opera e suo principale editore fino al 1910. La diversificata produzione editoriale e le molteplici iniziative culturali messe in atto dalla vedova dopo il 1881 favorirono una diffusione senza precedenti dell’opera dostoevskiana, conquistando nuove tipologie di pubblico e generando un processo di ‘risemantizzazione’ dell’immagine dello scrittore che non mancò di suscitare polemiche nella critica e apprensione nei circoli governativi. Attraverso l’analisi di decine di edizioni perlopiù dimenticate, recensioni, cataloghi, sondaggi e materiali d’archivio, il presente volume indaga le diverse fasi che scandirono la battaglia per l’eredità dostoevskiana in Russia prima dell’avvento del 1917.

DATI BIBLIOGRAFICI
Autore: Raffaella Vassena
Editore: Ledizioni
Pubblicato nel: giugno 2020
Formato: brossura, 204 p. – PDF in Open Access
ISBN: 9788855262675
Prezzo: 28 €

Informazioni aggiuntive

Formato

,

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “DOSTOEVSKIJ POST-MORTEM”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Ti potrebbe interessare…

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes