3

Supplementi di Tarchna

Il sistema “T.Arc.H.N.A.” mette in relazione fra loro oggetti, strati archeologici e monumenti, in genere presentati singolarmente, attraverso un sistema di narrazioni interconnesse che può essere attivato a scelta dell’utente.
Data la rilevanza del sito di Tarquinia, uno dei pochi centri etruschi finora indagati in maniera estensiva su più fronti (necropoli, abitato, aree sacre, porto e territorio), alle indagini sul sito di Tarquinia si è affiancata un’intensa attività di ricerca del patrimonio tarquiniese disperso nei Musei europei al fine di sostenere l’impatto delle ricerche sul campo sulla realtà storica e archeologica finora conosciuta nel suo complesso. La dispersione del patrimonio tarquiniese in localizzazioni diverse e la necessità di pervenire a una conoscenza della sua entità hanno costituito anche il punto di partenza per lo sviluppo di un progetto europeo T.Arc.H.N.A. , parzialmente finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del Programma Cultura 2000 (T.Arc.H.N.A. project: Towards Archaeological Heritage New Accessibility (EC-grant No 2004-1488/001-001, CLT-CA22).
Il progetto, il cui acronimo nasce dal nome etrusco della città Tarchna, ha consentito per il momento di schedare in modo sistematico il materiali del Museo nazionale Tarquiniense finora editi e recuperare i materiali dispersi nei seguenti Musei: Belgio (Bruxelles, Museo del Cinquantenario), Danimarca- Copenhagen (Ny Carlsberg Glyptotek, National Museum), Francia- Parigi (Louvre), Germania (tutti i Musei, in particolare quelli di Berlino e Bochum), Gran Bretagna- Londra (British Museum), Polonia (Varsavia, Museo Nazionale).
Le seguenti pubblicazioni sono il risultato di questo progetto.

 

I TITOLI DI QUESTA COLLANA

 

Visualizzazione di tutti i 5 risultati

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes