3

Mara Cinquepalmi

DISPARI

STORIE DI SPORT, MEDIA E DISCRIMINAZIONI DI GENERE

3.99

Svuota
Email
ISBN: N/A, Anno di pubblicazione: 2018 Collana: Tag: , , ,

Descrizione

Sono passati più di 80 anni da quando Coni e Vaticano pretesero di decidere a quali discipline dovevano dedicarsi le donne per impedire «un’eccessiva degenerazione dei costumi», quasi 90 da quando Pierre De Coubertin, il padre delle Olimpiadi moderne, sosteneva che la loro partecipazione ai giochi fosse «impraticabile e antiestetica».

Eppure il connubio tra sport femminile e stereotipi sessisti resiste. All’interno delle federazioni, dove le quote rosa praticamente non esistono. Nel giornalismo sportivo, dove sono una rarità. Nei compensi e nelle tutele, dove pochissime di loro vengono trattate alla pari degli uomini da squadre e sponsor. E soprattutto nella narrazione dei media, dove tra fotogallery, gossip, video che insistono sui «lati B» e grandi classici come il connubio donne&motori, gli attributi sportivi dell’altra metà del cielo passano costantemente in secondo piano.

Mara Cinquepalmi, che da anni riflette sul tema nel suo blog Un certo genere di sport, alterna gli episodi più tragicomici osservati in particolare sulla stampa online alla ricerca di soluzioni anche attraverso la voce di chi, suo malgrado, è finito vittima di questo meccanismo.

 

DATI BIBLIOGRAFICI
Autore: Mara Cinquepalmi
Editore: Ledizioni
Collana: Informant – Long Form Journalism
Pubblicato in: marzo 2016
Formato: ePub, 59 p.
ISBN: 978-88-98194-54-4
Prezzo: 3.99 €

Informazioni aggiuntive

Formato

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “DISPARI”

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Recensioni

Donne e sport: cambiamo gioco

Perché per legge le sportive sono sempre dilettanti, anche se vivono di gare e medaglie? Continua a leggere qui

Leggi tutto

Storie di sport, media e discriminazioni di genere

È uscito in occasione dell’8 marzo, ricorrenza che ha preso il nome di “Giornata Internazionale della Donna”, un attualissimo ebook. Continua a leggere qui

Leggi tutto

Lo sport discrimina ancora le donne: le prove in un e-book

Sono passati più di 80 anni da quando Coni e Vaticano pretesero di decidere a quali discipline dovevano dedicarsi le donne per impedire “un’eccessiva degenerazione dei costumi”, quasi 90 da quando Pierre De Coubertin, il padre delle Olimpiadi moderne, sosteneva che la loro partecipazione ai giochi fosse “impraticabile e antiestetica”. Continua a leggere qui

Leggi tutto

Powered by WordPress. Designed by Woo Themes